Entrare in un negozio come Sephora o Douglas può essere alquanto stressante. Scaffali pieni zeppi di prodotti,  centinaia di brand diversi e soprattutto migliaia di variazioni per prodotti che, essenzialmente, sono sempre gli stessi. Da dove iniziare? Quale scegliere? Che colore fa per me? Primer concealer o fondotinta? Ma soprattutto, che cosa mi serve davvero? Domande esistenziali che possono rendere un viaggio da Sephora una vera e propria odissea, ancor di più se ci si vergogna di chiedere aiuto alle commesse che ci stanno già guardando con occhiate stranite ed indiscrete. Truccarsi certamente non è cosa semplice, soprattutto per noi uomini, che siamo nuovi a tutto ciò e non abbiamo mai ricevuto la giusta educazione che le nostre controparti femminili hanno ricevuto dalle loro madri, nonne ed amiche. 

Primer concealer e fondotinta: la disinformazione

A nostro parere, qui a Starboy Cosmetics, la disinformazione è il primo dei motivi per i quali gli uomini sono in primo luogo riluttanti nel adoperare prodotti cosmetici: non sanno da dove partire! Li sentiamo ovunque e ripetutamente, senza sapere davvero cosa significhino. Primer concealer, e fondotinta, tinted moisturizer, fard, mascara, e chi ne ha più ne metta. Non solo noi uomini non sappiamo cosa siano, singolarmente questi prodotti ma a maggior ragione non abbiamo alcuna idea di cosa applicare, ne, di conseguenza cosa comprare in primo luogo.

Il primer

Primer in inglese è un termine che indica un qualcosa di preparativo, che si adopera prima dell’utilizzo di qualcos’altro. Ad esempio, nella pittura, potremmo comparare il primer all’anti resina. Prima si applica essa, solamente poi il vero e proprio colore. In ambito make up, infatti, il primer è una vera e propria base pre trucco.

Il Primer è sempre il primo passo nella tua routine di trucco. Ce ne sono diversi tipi, anche specifici per chi ha problemi di pelle arrossata e irritata o chi invece ha pelle grassa. E il primer non è solo per il tuo viso. Se indossi l’ombretto, il primer per le palpebre è essenziale. Il primer fondamentalmente fa durare il makeup più a lungo, ed è quindi uno step iniziale importante.

Il concealer

Partiamo dal presupposto che il termine “concealer” viene dal verbo inglese “to conceal” che significa nascondere, in modo specifico con l’intento di non rendere noto qualcosa appositamente. Il corrispondente italiano del termine è: correttore. Come indica il termine stesso, il correttore è un prodotto cosmetico usato per, infatti, correggere, di conseguenza utilizzato per sopperire a quelle che possono essere imperfezioni inaspettate come ad esempio brufoli, bolle, punti neri e segni di stanchezza come occhiaie.

È fondamentale scegliere il giusto colore in modo tale da non farci “beccare”: usare la pigmentazione sbagliata può rendere l’uso del correttore visibile ad occhi indiscreti. Se applicato bene, però, e con il giusto colore, ossia quello della vostra pelle, il correttore può essere un’arma incredibile, soprattutto quando la vostra pelle non ha le giornate migliori.

Quindi?

Qual’è la differenza tra primer e concealer e fondotinta? Prima di tutto, va detto che il primer differisce dal correttore e dal fondotinta su un fatto specifico: il correttore è molto più denso. Il primer e il fondotinta, infatti, possono essere applicati come una vera e propria crema e in base al tipo di prodotto acquistato possono essere anche idratanti e rivitalizzanti, mentre il correttore verrà utilizzato su punti specifici e non sul viso intero. Quindi, mentre il correttore verrà applicato su punti specifici, il primer e il fondotinta verranno usati su tutto il viso. Come detto precedentemente, la differenza tra questi ultimi due è che il fondotinta è più “potente”, dato che il primer è solamente una base di fondo (se siete avanzati nell’uso di make up, il primer sarà una base prima del fondotinta stesso – e continuerete applicando anche il correttore in determinati punti come tocco finale. Se non lo siete, potete utilizzare entrambi i prodotti singolarmente).

One Comment

Leave a Reply