Quando si esce per andare in discoteca ci sono delle regole fisse per essere sicuri di passare una serata perfetta. La preparazione è tutto, a partire dalla scelta dell’outfit e del make up da applicare. In base alla venue va scelto il tipo di vestiario da indossare, pensando anche alle dinamiche della serata – ad esempio se è in piano spostarsi tanto o si resterà tutta la serata in un singolo locale – e le dinamiche ambientali, chiaramente, per essere certi di essere comfortable durante la serata. In aggiunta a ciò, è cruciale sapere dove si andrà per capire che tipo di make up applicare. In questo articolo vedremo come prepararsi al meglio per una serata (outfit discoteca).

Come vestirsi in discoteca: outfit elegante

In questo paragrafo parleremo dei vari outfit da sfoggiare nel club. Certamente, andrebbero fatti paragrafi specifici per ogni tipo di condizione ambientale, ogni tipo di club in base alla posizione geografica e le regole socio-culturali ma data la difficoltĂ  della task, ci limiteremo a parlare di outfit generici, da Starboy, quando si esce in discoteca.

Le combinazioni posso essere di vario tipo e fondamentalmente in base al tipo di serata: camicia / t-shirt, blazer, pantalone/jeans stretto e mocassino è un esempio classico e timeless. Senza ovviamente dimenticare accessori e jewelry. Se volete adottare uno stile più tranquillo, basterà optare per una combo t-shirt, blazer, pantalone e scarpa da ginnastica.

Outfit discoteca

Jordan Barrett: t-shirt nera dentro i pantaloni, cinta e scarpe da ginnastica bianche + accessori. La scelta della maglietta da un look chill ma sempre elegante. Ottima combinazione per una serata non particolarmente speciale

 

Outfit discoteca

Philipp Plein: combo suit con camicia e scarpe bianche. Un classico che si adatta ad ogni contesto

Se si vuole passare al mocassino, la situazione non cambia: che il blazer sotto abbia una t-shirt o una camicia non fa differenza. Questo perchè si tratta di un look che, effettivamente, è infallibile e molto semplice. La ciliegina sulla torta è l’utilizzo di accessori: anelli, bracciali e collane vanno abbinate nel modo giusto: ricordate, il buon gusto è tutto e la semplicità alle volte è la migliore strada. Nonostante ciò, noi starboys amiamo anche l’attenzione al dettaglio, ed è proprio questo che ci porta ad utilizzare, talvolta esagerando, troppi accessori. In base all’evento al quale dovete partecipare e alla crowd presente potete decidere se optare per un look più stravagante o restare classy. Certo, ad un aperitivo nel centro di Manhattan ci si può benissimo presentare come Jordan Barrett e Philipp Plein. Ad un evento a 1 OAK, al contrario, si può puntare su l’utilizzo di accessori come fa Lucky Blue Smith nella foto sottostante.

Outfit discoteca

Lucky Blue Smith: nonostante la moltitudine di accessori mantiene eleganza e aggiunge quel tocco in più all’outfit

Un altro ottimo esempio è il nostro connazionale Mariano Di Vaio che merita decisamente la sua presenza in questo articolo in quanto starboy lui stesso. Qui sceglie un blazer specifico seppur mantenendo uno stile semplice attraverso la scelta della t-shirt.

Outfit discoteca

Un’altra opzione, nei mesi invernali (anche se gli outfit sopracitati sono, effettivamente, universali ed adattabili ad ogni stagione: d’inverno basterà abbinare un giaccone, ovviamente da togliere all’entrata del club) è l’utilizzo del turtleneck, ossia della dolcevita. Scelta molto classy e adattabile solamente nei contesti di serate invernali tranquille, e certamente non con l’intenzione di ballare. Nella foto sottostante, Cristiano Ronaldo opta per una scelta easy per una serata più stile lounge.

Come vestirsi in discoteca

Come vestirsi in discoteca

Tony Effe, look identico a Cristiano tranne per la peculiarità del vestito e la scelta della scarpa elegante anche se non è visibile nell’immagine, a differenza di Cristiano con le sneakers

Nelle due foto precedenti sia Cristiano Ronaldo che Tony Effe optano per l’aggiunta di una collana sulla dolcevita. Il look è veramente cool, ma la collana è solamente un optional aggiuntivo. Se decidete di metterla, fate in modo che sia in tinta con il vestiario (cintura e scarpe) e con eventuali orologi, bracciali e anelli.

Vestiti da discoteca: street outfit

Nel paragrafo precedente abbiamo analizzato lo stile di alcuni straboys, quindi di un outfit discoteca elegante, infatti adatto se si esce in posti di un certo livello, e questo chiaramente dipende dalla clientela e dal vibe del posto. In aggiunta a ciò, per esempio la scelta del mocassino è tattica se si ha un tavolo in un club e si sa che si passerà la serata li. Imbattersi in una giungla urbana, ad esempio se si è in viaggio in una nuova città o si va allo sbaraglio, significherà che la scelta del mocassino sarà la peggiore della vostra vita, specialmente appunto se si camminerà tanto e si cambieranno locali. In quel caso, la scarpa da ginnastica è perfetta, dandovi comfort ed eleganza allo stesso tempo. Consci del fatto che non sempre si esce in posti di questo tipo, questo paragrafo deve introdurre lo starboy street style.

Un classico dello street style è camicia/t-shirt e jeans strappati. Le combinazioni qui sono infinite, si può optare per la semplicitĂ  dello stile in tinta singola (ad esempio, camicia nera e jeans neri strappati), di un outfit a due colori (ad esempio, maglietta bianca lunga  jeans neri). Fondamentale ricordare che nello street style si deve essere sicuri di avere jeans aderenti, almeno che non si stia optando per uno stile appositamente chill (ad esempio, pantaloni larghi e camicia larga a petto aperto). Per quanto riguarda le scarpe, qui la scelta cade, principalmente, tra sneakers e scarpe a stivale. Le nostre preferite, quindi quelle che a meglio interiorizzano il concetto di starboy, sono le Chelsea Boots, che messe sotto ad un jeans nero (supponendo anch’esse siano nere) sono imbattibili.

Philipp Plein, ad esempio, nella foto sottostante sceglie camicia e ripped jeans con tanto di Chelsea Boots bordon. Questo ibrido tra il paragrafo precedente e lo street style è perfetto per una via di mezzo. Nel club il coat si toglie e Philipp Plein rimane in camicia aperta con maniche tirate su, ripped jeans e orologio in tinta con le scarpe.

Come vestirsi in discoteca

Se si opta per una scelta più sprizzante, la scelta della camicia è tutto. Anche qui ci si può sbizzarrire, e questo a prescindere dal vostro budget: certamente avere la disponibilità di acquistare capi speciali darà un boost al vostro look, ma talvolta avere l’occhio giusto e affidarsi, ad esempio, ad un outfit zara / top shop può avere lo stesso successo. Un esempio di outfit estivo a camicia aperta con ripped jeans è, di nuovo, Mariano Di Vaio nella foto sottostante.

Come vestirsi in discoteca

Camicia aperta, jeans neri strappati, accessori e sneakers bianche sotto. Semplice, adatto ad una serata estiva

La wild card è l’utilizzo di capi specifici, ad esempio giacche particolari e combinazioni uniche. Qui colori e associazioni lasciano spazio alla fantasia e talvolta si sfocia in mix poco coerenti ma, data la natura stessa dell’outfit, accettabili.

Come vestirsi in discoteca

Qui Asap Rocky sceglie di unire capi diversi. L’importante è ricordare, generalmente, di portare sempre al massimo 3 colori, almeno che non si tratti di un outfit speciale

Come vestirsi in discoteca

Look di questo tipo sono adatti a serate casual. Se siete a Londra, un esempio di quartiere dove fare festa così è Shoreditch

Questo tipo di outfit è adatto a serate dove non c’è dress code o dove l’eleganza non è richiesta. Paradossalmente, però, può essere anche l’esatto contrario: se l’outfit è ben scelto e state rappresentando lo stile starboy, o se il vostro status sociale lo permette, vestirsi così andrà bene anche per il Just Cavalli a Milano e L’Avenue Nightclub di Los Angeles.

Quindi, come vestirsi per andare a ballare?

Come detto all’inizio dell’articolo, la scelta dell’outfit discoteca è ovviamente legata alle circostanze della serata: che tipo di locale, quale persone vi saranno e se ci si sposterà o meno. Che decidiate di optare per un look elegante, street style, un ibrido tra i due o una wild card (un outfit particolare, unico), ricordate di fare attenzione al dettaglio e soprattutto, anche se non se ne è parlato in questo articolo, di mettere make up.

Il trucco in discoteca è un’arma a doppio taglio: sarete fresh e nessuno se ne accorgerà. Proprio per questo, uscite in discoteca ci danno la libertà di utilizzare più make up, ad esempio mascara (utile nel club per incrementare la forza dello sguardo).