Skip to main content

Make up uomo: perché usarlo?

Make up uomo è una combinazione di parole poco mainstream. La scrittrice Gabriela Hernandez, nel suo libro “The Classic Beauty: The History of Make-Up” cita le prime forme di trucco, risalenti al 33.000 Avanti Cristo, così come confermato anche da ritrovamenti nelle grotte di Lascaux, in Francia. La cosa paradossale è che, i primi ad usare trucco erano di fatto gli uomini, in età Preistorica, sotto forma di maschere facciali e segni usati in combattimento e per scopi riconoscitivi. Dagli Egizi, Assiri e Babilonesi all’antica Grecia, passando per la Roma antica e Sassoni e Vichinghi nel Medioevo, e dal rinascimento all’età Vittoriana, l’usanza di truccarsi il viso è praticamente appartenuta a quasi ogni società e cultura.

Oggi, nella società dell’apparire di questo mondo moderno, la cura personale è divenuta imprescindibile, motivo per cui questa usanza si è rafforzata a tal punto da entrare a far parte della vita privata di ognuno di noi. Nonostante ciò, l’accostamento semantico make up uomo è ancora poco ortodosso per la persona media.

Prima di continuare a leggere, seguici su Instagram!

Make up maschile: in Italia non è ancora ben accetto? 

La società spesso impone delle norme, in base a tendenze comuni, che noi automaticamente associamo a determinati ambiti e sfere di conseguenza creando delle barriere mentali che determinano e regolano i nostri pensieri, credenze e convinzioni. In base al nostro grado di apertura mentale a pregiudizi e preconcetti si determina la nostra capacità di essere più liberi, ossia di avere la coscienza critica e razionale di giudicare qualcosa con una mente frivola da pregiudizi. Un esempio è l’utilizzo di cosmetici, specificatamente trucco, se così si vuol chiamare che è visto, totalmente, come un qualcosa riservato solo ed esclusivamente alle donne.

Se sei interessato all’argomento, puoi leggere i nostri articoli sul make up da uomo cliccando qui.

Analizzando il make up da una prospettiva critica e razionale non si può che capire che l’utilizzo di prodotti di quel tipo non vi darà nient’altro se non un vantaggio enorme dal punto di vista estetico. Il primo errore della mente, infatti, è quello di tendenzialmente associare l’idea di make up a l’utilizzo di, ad esempio, un rossetto. In realtà, nella maniera in cui lo concepiamo noi, utilizzare prodotti cosmetici di questo tipo significa migliorare la propria apparenza celatamente, ossia non rendendolo noto a nessuno.

Senza dubbio in Italia siamo indietro, e lo siamo su vari fronti. Uno di questi è l’uso di cosmetici, il cosiddetto make up da parte degli uomini. Sebbene il maschio italiano sia noto per, appunto, prendersi cura di se stesso e rappresentare un canone di bellezza, stranamente nel nostro paese c’è ancora arretratezza nell’utilizzo di trucco e prodotti di quel tipo da parte degli uomini. Ma perché? Le motivazioni possono essere tante, partendo da, probabilmente, la più grande ossia il fatto che nel nostro paese c’è pochissima libertà di espressione dato che si teme spesso di essere giudicati, visti malamente o presi in giro. Semplicemente nessuno vuole fare la voce fuori dal coro, e tutti cercano di restare nel gregge. In particolar modo, quando si parla di make up, si tende immediatamente ad associare il termine alla sfera femminile. 

Trucco per uomo: poco accetto o semplicemente nascosto?

Indubbiamente sono molte di più le donne che lo usano in giro per il mondo, ma la realtà dei fatti è che tantissimi uomini fanno lo stesso. Quando vedete attori, calciatori, cantanti e sex symbols maschili con le loro facce ed acconciature da film, credete che non utilizzino make up? Sbagliato. Lo usano eccome. Infatti è proprio quello il punto, lo usano ma lo tengono per se stessi, di certo non vanno in giro svelando il loro “segreto”. Barbe perfette, pelli lisce ed abbronzature ideali sono tutte ottenibili con il semplice utilizzo di make up. E’ proprio questo il punto cruciale: chi li fa lo nasconde, di certo non lo sponsorizza ne ammette in pubblico, questo data la natura del contesto sociale Italiano attuale.

Ma allora per quale motivo non lo fa l’italiano medio? Perché è indietro, ma soprattutto perché non ha capito che mettere make up non ha assolutamente nulla a che fare con essere omosessuale, ma al contrario è un modo per rendere se stessi più belli ed appetibili alla controparte femminile. E se qualcuno è dell’idea che usare make up snaturalizzi l’essenza del “vero uomo”, il macho con barba e peli sul petto, questo è totalmente errato! Talvolta infatti, si pensa che usare make up significhi avere rossetto e smalto rosso sulle unghie, ma la realtà dei fatti è che proprio il macho che vedete e che ammirate, ha molto probabilmente curato la propria barba con appositi prodotti, applicato una crema facciale, e messo un pò di mascara sulle sue ciglia, tutte cose che lo aiuteranno ad essere ancora migliore esteticamente.

Make up uomo prodotti, ecco come fare senza essere notati

Un’altra importante considerazione è legata al fatto che spesso, come detto precedentemente, si pensa erroneamente che mettere make up significhi renderlo noto a tutti, ossia che necessariamente tutti se ne accorgano. Non è così. Anzi. Applicare un fondotinta per coprire le proprie imperfezioni, utilizzare una crema colorante per simulare un abbronzatura e mettere uno smalto invisibile alle unghie sono tutte mosse che non verranno notate da nessuno ma che anzi vi garantiranno un vantaggio scorretto verso chi non abbia ancora capito la potenza dei cosmetici per migliorare il proprio aspetto.

Make up maschile

David Beckham serve qui da chiaro esempio di quanto appena detto. Chiaramente, la sua vita sotto i riflettori lo ha portato ad un contatto costante con il make up. Del resto, a prescindere dall’essere uno starboy sconosciuto, o diventarne uno noto, la verità è che una volta che ci si abitua ad un certo standard di cura estetica è molto difficile farne poi a meno

Make up uomo: perché usarlo?

Il perché è ben chiaro. Per quanto possa sembrare superficiale, e del resto lo è, indubbiamente viviamo in un’epoca nella quale l’immagine conta, e non poco. Proprio per questo motivo, essere al proprio top, presentandosi bene e curandoci di noi stessi, è fondamentale per avere successo, non solo in ambito sessuale. Avere cura del proprio viso e del proprio corpo è infatti, innanzitutto indicazione di benessere e tranquillità. Per fare un esempio, presentarsi ad un colloquio lavorativo con le unghie morsicate e la pelle irregolare, con punti neri, brufoli e peluria dietro al collo, di certo è indicazione dell’incapacità dell’individuo di sopperire a quelli che tante volte sono veri e propri problemi. Le imperfezioni in viso non sono nient’altro che la rappresentazione esterna di un problema corporeo interno, tanto quanto avere unghie rotte è indicazione di instabilità, di qualcuno che non sopporta bene lo stress ed è succube di tic ed azioni ripetitive.

One Comment

Leave a Reply