Parte integrante dell’universo Starboy è l’atteggiamento e il comportamento. In questo articolo parleremo di come sedurre una ragazza, analizzando quindi tecniche e strategie sociali oltre ad enfatizzare l’importanza di essere curati nel minimo dettaglio, questo ovviamente attraverso l’utilizzo di cosmetici. Essere uno Starboy è quindi ben più di saper solamente apparire: intelligenza sociale, la capacità di leggere situazioni e il sapersi comportare da Casanova moderno fa tutto parte del concetto di Starboy Cosmetics, il che ci rende molto di più che un brand, bensì uno stile di vita.

Alcune regole fondamentali per sedurre una ragazza

Prima di analizzare specifiche circostanze, è cruciale introdurre la caratteristica fondamentale di un maschio alfa: il sorriso. Sorridere mentre si entra in una stanza o in un locale e continuare a farlo durante la serata sarà indicazione del fatto che vi state divertendo e che siete a vostro agio. Per quanto banale ciò possa apparire, è molto importante. Questo non significa, ovviamente, avere un sorriso enorme perchÊ specialmente noi Starboys vogliamo apparire sempre cool e calmi.

Questo quindi significa che basterà mantenere quello sghignazzo celato che darà a tutti l’impressione che voi sappiate cosa state facendo e siete in controllo, l’atteggiamento migliore come sedurre una ragazza. Oltre alla fiducia e al sorriso, le altre caratteristiche di un maschio alfa sono la cura, il senso dell’umorismo, il contatto con le persone e l’essere visti come il centro sociale di una stanza.

In legame all’aura cool e al vibe che stiamo dando, è fondamentale saper farsi volere. Questo si connette direttamente all’intero gioco da maschio alfa Starboy: noi non inseguiamo mai. Infatti, ricordate che un principiante ci prova subito con la preda, mentre un professionista aspetta con cautela per colpire al momento giusto.

Quindi, come approcciare una ragazza?

In questo paragrafo parleremo di alcune regole fondamentali durante la fase di approccio e in base alle varie circostanze e dinamiche che vi possono essere, oltre a presentare alcune tattiche fondamentali di comportamento. Il primo passo è ovviamente selezionare l’obiettivo e scegliere la tattica giusta da adottare date le specifiche circostanze.

Se la ragazza interessata è da sola o con un’amica e vi state preparando per approcciarla, ricordate di non avvicinarla mai da dietro. Questo è un errore enorme, specialmente se accompagnato da frasi come: scusami, perdonami e quant’altro. Mai scusarsi, così vi state introducendo da maschio beta insicuro.

Bisogna sempre entrare frontalmente, ma attenzione a non essere troppo frontali: un’entrata frontale con una leggera angolazione è la tattica migliore: la piccola angolazione renderà l’approccio quasi casuale, quindi non troppo diretto. Inoltre, la leggera angolazione darà all’obiettivo la percezione che vi potrà perdere in qualsiasi momento. Come detto precedentemente, infatti, dobbiamo saper farci volere, dando all’obbiettivo la necessità di agire per evitare di perderci.

La cosiddetta teoria di gruppo allude al fatto che spesso le ragazze piÚ belle sono accompagnate da amici. Per molti, già il fatto di vedere una donna in compagnia di presenze maschili è una motivazione per non agire: errato.

Se la ragazza che avete selezionato risiede in un gruppo cospicuo, la chiave del gioco è riuscire ad ottenere l’approvazione dei suoi amici (specialmente degli uomini e delle ragazze meno attraenti), paradossalmente dimostrando un’attiva mancanza di interesse verso la ragazza che vi piace. Fondamentale è ora capire se avete una chance o no. Chiedi al gruppo: “Allora, come vi conoscete tutti quanti?” Scopri se l’obiettivo è con uno dei ragazzi e per quanto tempo. Se è una relazione seria, lascia educatamente, altrimenti concentrati sull’obbiettivo e cerca di isolarlo.

Mentre interagisci con il gruppo, presta attenzione a gli uomini gelosi e gli amici iperprotettivi. Falli stare bene con se stessi mentre sfidi, stuzzichi e neghi il bersaglio. Se ti interrompe, ad esempio, di ‘: “È sempre così lei? ” Se sembra scioccata, la riavvolgi con un leggero complimento. Questo si chiama push-pull, una tecnica utilizzata per creare o aumentare l’attrazione, in cui un uomo dà a una donna indicazioni che non è interessato a lei seguita da indicazioni che lo sia. Questa sequenza può avvenire in pochi secondi, ad esempio essere molto gentile e disponibile in un momento e farsi trovare distante e occupato poco dopo.

L’isolamento è il passo successivo, usato per avere la possibilità di trovarsi in una situazione di uno contro uno, tutto solo davanti al portiere. Chiederle se vuole fumare una sigaretta o offrirle un drink sono due esempi e passare a questa fase anche se non sarà semplice se dovete farlo davanti al gruppo intero. Durante questa fase potete provare un test di indicazione di interesse, ad esempio prendendole la mano e portandola tra la folla verso la vostra meta, se partecipa attivamente l’interesse è garantito, se è spaventata fai un passo indietro e toglile l’interesse che lei hai appena dato, che come detto precedentemente si chiama push-pull:

Rendersi troppo e sempre disponibili come dei cagnolini è la tattica più tremenda ti tutte: fatela girare su una giostra, un secondo datele tutto ma poco dopo fate il contrario, ignorandola ad esempio e facendole realizzare la mancanza dell’attenzione che non le state più dando.

A meno che non siate riusciti ad isolare l’obbiettivo essendo espliciti, quindi dopo averla quasi ignorata le chiedete il suo nome e le offrite un drink davanti a tutti, la via preferenziale (specialmente se avete tempo di incontrare l’obbiettivo durante la serata e di rivederla nel bar/locale/club) è creare urgenza e dire che è stato un piacere ma dovete scappare. Quando inizi a parlare con un gruppo di persone, infatti, la loro prima preoccupazione è: “Rimarremo bloccati con questo ragazzo tutta la notte? Come ci liberiamo di lui? ” Quindi ti concedi un falso vincolo temporale come “Posso restare solo un minuto perché devo tornare dai miei amici”.

A questo proposito, errore molto comune è rendersi troppo disponibili. Dichiarazioni di bellezza e complimenti eccessivi vi renderanno poco interessanti e uguali a tutti coloro che ci hanno provato prima di voi.

Per questo motivo, ora introduciamo il cosiddetto “negging”, essenziale per capire come sedurre una ragazza, ossia una dichiarazione ambigua o un insulto apparentemente accidentale consegnato a una bella donna che hai appena incontrato, con l’intento di dimostrare attivamente a lei (o ai suoi amici) la mancanza di interesse per lei. Esempio: “Hai del rossetto sui denti”, oppure “vuoi una gomma? Ti serve”. Questa tecnica di negazione dell’obbiettivo ha lo scopo di distruggere la consapevolezza di una bella donna, rendendola fragile e togliendole sicurezza. Se usato con intelligenza verso donne alpha, il “negging” è fondamentale per penetrare le barriere protettive di ragazze che se la tirano.

La necessitĂ  di raggiungere il nostro io migliore

Il paragrafo finale deve essere necessariamente sull’importanza di essere il nostro io estetico migliore. A questo proposito, raggiungere la versione migliore di noi stessi è un imperativo per sentirsi bene e sicuri di noi stessi. Alla base del concetto Starboy è presentarsi al top senza però svelare l’utilizzo del make up. Utilizzare fondotinta, mascara e smalto invisibile per le unghie basterà per darvi quel boost necessario per dare all’occhio nel modo giusto: un maschio alpha curato e consapevole.

Specialmente se vi trovate in un locale notturno, usare cosmetici vi darà un vantaggio enorme rispetto agli altri, dato che la scarsa luce enfatizzerà la perfezione del vostro viso. Il mascara renderà il vostro sguardo magnetico mentre unghie perfette verranno notate non appena si esce con la preda per una sigaretta o si beve un drink: presentarsi curati è indicazione di attenzione, self worth e benessere.

Quindi, come sedurre una ragazza? Se utilizzerete le tattiche presentate in questo articolo e le unirete ad uno stile impeccabile e l’utilizzo di cosmetici per un’apparenza estetica inarrestabile non avrete ostacoli nel portare a compimento qualsiasi missione nella quale vi stiate cimentando. Perlomeno, siete preparati nel modo migliore e come dicevano i Romani, “Victoria curam amat”: l’attenzione alla cura e al dettaglio sono tutto.